Il manuale tratta la vasta area che comprende le terre tra il Golfo di Easting e le Montagne dell’Alba, dal Golfo dei Maghi (le coste meridionali della penisola dell’Aglarond) alle Montagne Orloghiacciato del gelido settentrione, ai confini con il Grande Ghiacciaio. Ovvero le terre più a oriente del Faerun.

Sono presenti sei nuove razze; gli Elfi delle stelle, abitanti del Sildeyuir, un semipiano collegato al Faerun mediante dei cerchi di pietre nel Bosco di Yuir. Gli Gnoll degli altipiani di Thay. I megeridi, una razza puramente maschile metà umana, nata da strani riti perpetrati dalle streghe del Rashmen. Gli spiritidi sono discendenti di umani e vari spiriti della natura. I taer, cacciatori primitivi del ghiacciato nord. I volodni, una razza di creature arboree.

Come in ogni manuale di espansione d’ambientazione, sono presenti dodici nuove classi di prestigio, come il Berserk dalle cicatrici runiche, il Cacciatore Nentyar, il Cavalcagrifoni dell’Aglarond o il Mago da battaglia raumathari. Di seguito vengono illustrati i talenti, molti dei quali regionali.

Viene illustrato come opera la magia nelle terre dell’Est e vengono presentati gli incantesimi contingenti, ovvero oggetti magici che non occupano spazio, che vengono attivati come per gli incantesimi lanciati con un incantesimo contingenza. Sono presenti nuove capacità magiche per le armi, nuove armi specifiche, oggetti magici e artefatt.

Vengono introdotti nuovi mostri e archetipi e sono presentate in forma breve le organizzazioni più importanti operanti nelle regioni dell’Est.