Non Cedere al Sonno è un gioco di ruolo in cui ogni giocatore interpreta un risvegliato che vaga per le strade di Mad City, la città folle e segreta dove non viene mai il giorno, e che lotta per la propria vita e per restare sveglio nonostante la stanchezza. L’obiettivo è aggrapparsi a ciò che resta della propria sanità mentale, inseguiti dai problemi personali e braccati dai mostruosi Incubi.

SISTEMA DI GIOCO

I personaggi si creano rispondendo a cinque domande; Cosa ti tiene sveglio? Cosa ti è appena successo? Cosa c’è in superficie? Cosa giace in profondità? Qual è la tua strada?

Il sistema è a poste. I giocatori descrivono quello che fanno, il narratore agisce di conseguenza e ogni conflitto si risolve con un tiro che ha una posta in palio. Il narratore tira i dadi dolore, d6 rossi, che rappresentano lo sforzo di quella specifica azione, il giocatore tira i suoi dadi disciplina, d6 bianchi, che rappresentano la determinazione del personaggio. Inoltre il giocatore può aggiungere dei dadi sfinimento, d6 neri, o dei dadi follia al proprio pool. Ogni risultato di 1,2,3 conta come successo. Chi ha più successi vince. Tuttavia c’è da considerare anche la dominanza, che ha effetti sulla narrazione. L’aspetto dominante è dato invece dai risultati più alti di ogni aspetto. Se domina la disciplina l’azione si svolgerà secondo il volere del personaggio, se domina il dolore ci sarà qualche effetto deleterio e una moneta da mettere nella ciotola della disperazione, se domina lo sfinimento l’azione ha richiesto un grosso sforzo, se domina la follia il personaggio reagirà in maniera incontrollata, lottando o fuggendo a seconda della scheda che si è costruito

Le monete che vengono messe nella ciotola della disperazione possono essere spese dal narratore per aggiungere o togliere risultati di sei dal pool di qualunque aspetto, modificando così l’aspetto dominante.

 

Scheda del Personaggio